The Chat #7 – AD goes to Hollywood

La notizia la sapete: nella notte tra sabato e domenica Los Angeles Lakers e New Orleans Pelicans hanno formalizzato la trade che porterà Anthony Davis in gialloviola, dopo mesi di tentativi (e tampering) andati a vuoto. Nella “Big Easy” finiranno Brandon Ingram, Lonzo Ball, Josh Hart, tre prime scelte al Draft e la possibilità di scambiare un’ulteriore scelta: dettagli che fanno dei Pels una delle squadre più interessanti e futuribili della lega oltre a dare di David Griffin l’immagine dell’uomo che sa quello che vuole e, soprattutto, come ottenerlo.

Si tratta di una trade che, complice l’incertezza su quel che resterà degli Warriors nella probabile santabarbara che diventerà l’Ovest, è destinata a cambiare i rapporti di forza della NBA nei prossimi 3-5 anni, con un giocatore che probabilmente deve ancora entrare nel suo prime ed esplorare quei limiti che al momento sembra non avere. Al netto di una seconda parte di stagione sostanzialmente non giocata per i motivi che ben conosciamo.

Sono le 00:30 di un’afosa nottata di inizio estate quando Teodoro Cidonio posta lo screen del tweet di Woj, dando inizio al dibattito su chi abbia pelato vivo chi e su come i Lakers potrebbero completare (comprese soluzioni alternative al limite dell’hipster) uno starting five che al momento ancora non c’è. Ma, in fondo, il tempo c’è e Caddeo e Tolusso hanno comunque fatto sapere che aspetteranno fino all’ultimo per decidere con chi firmare.

Claudio Pellecchia: Dissanguati

Teodoro Cidonio: Io sto a piagne pe Lonzo

Giuseppe Bruschi: Troppa roba. Dovevi coinvolgere una terza squadra per dare la stella ai Pels e svenarti di meno in termini di giovani/scelte. Invece hai voluto fare una trade 1v1 ed ecco il risultato. Diciamo che però di AD ce n’é uno solo, quindi va bene cosi

TC: Si sa se le scelte sono protette?

GB: Non ancora. A questo punto io prego per Kemba

TC: Magari, certo è che i Pelicans il prossimo anno si son trovati una squadra bella interessante

Cosimo Sarti: Non hanno tiratori però a parte Jrue, Moore e Clarke. E poi, per quanto riguarda i Lakers io avrei tenuto Lonzo e dato Kuzma. Onestamente cosa te ne fai di kuzma in un frontcourt con LeBron e Davis?

Daniele Astarita: Non potevi tenerli entrambi per una questione di contratti

TC: Magari è la volta che qualcuno si concentra di far migliorare Ingram in spot up. Poi boh, sinceramente sto rosicando molto per Lonzo, di Hart e Ingram mi frega relativamente

GB: No raga ma qui la discussione è altra. Adesso non so come fossero valutati i giocatori dei Lakers da Griffin, ma KK è stato tenuto perché è il cocco di casa

Nicolò Tolusso: Raga Lonzo Kuz per me è easy, però esiste la questione contrattuale

GB: Si era anche questione di far funzionare la trade

NT: Boh mi sembra troppa roba e mi dispiace davvero, però Davis andava preso e se fai un buon colpo il free agency hai fatto il tuo dovere

CP: Per non parlare del fatto che, in ogni caso, con questa trade hai fatto un azzardo che richiama quello dei Nets con Pierce, KG e compagnia, regalando scelte per i prossimi 5 anni. Spero le conseguenze siano ben diverse

NT: È un azzardo regalare quattro prime per due giocatori chiaramente sul viale del tramonto, Davis ha due anni più di Kuzma

CP: Si Nick ma basta un dettaglio fuori posto per mandare tutto a passeggiatrici. Di nuovo

NT: Un crociato o un tendine di Achille manda a passeggiatrici qualsiasi programmazione. Hai preso un top 7 Nba a prime neanche iniziato. Metti Kemba/Kyrie e sta squadra è favorita prima ancora di vedere i role players

CP: Questo è verissimo. Sarà che tendo a vederla come Bruce

NT: I I giovani piacciono a tutti e spero facciano una bella carriera, ma tant’è. Anthony Davis ha due anni più di Kuzma eh se non fosse un dio lo considereremmo un giovane

GB: Io ho hype, però devo farmi passare la tristezza di aver perso Zo

NT: Se Randle restasse sarebbe bellissimo vedere i Lakers + Zion a Nola. E Culver magari

GB: Per me prendono Coby White, comunque Woj dice che i Pels sono intenzionati a scambiare quella #4. Il discorso è che credo Griffin non volesse due top picks del draft da rinnovare tra quattro anni insieme

NT: Boh ha senso per entrambi, per me il discorso del prezzo troppo alto ha senso solo parzialmente. Il colpo andava fatto, le condizioni erano propizie e hai preso Anthony Davis. Hai ancora soldi per arrotondare… alla fine cambia solo radicalmente la timeline della squadra

CP: “Solo”…

GB: Si sono d’accordo

NT: Detto questo Lonzo, Jrue, BI e Zion must watch, maxate D’Angelo tenete Randle e tradate per Zubac

GB: Mamma mia ho visto le pick. Mi sento male

Teo Meschi: Ma in tutto ciò i tifosi degli allagati sono contenti?

GB: Si ma oggi fa male al cuore perdere Zo e Ingram

TM: Beh ci sta ma alla fine hai preso un cazzo di mostro. Per me non esiste controparte che ti faccia perdere in una trade per un giocatore del genere

GB: Esatto, sono felice. Però ero legato ai miei boys

TM: Se i Pels rifirmano Randle e prendono in FA Russell sono esattamente i Lakers versione rebuilding. Mancherebbe solo Zubac

GB: Più Zion

CP: Nick ha già visto tutto

NT: Infatti tifo Lakers e guardo i Pelicans. Poi vabbè io fatico a raccapezzarmi quando leggo chi dice che LeBron Kemba Davis non bastano. Really? Bastano anche con me e Caddeo a completare il quintetto

GB: Sarebbe la cosa più bella sulla faccia della terra. Il quintetto: Kemba, Tolusso, Bron, Caddeo, Davis

Pietro Caddeo: Io mi prendo solo 17 footers, Nico fisso sugli angoli. Però se LeBron non difende lo cazziamo

NT: LeBron secondary ball handler ora che c’è Caddeo

PC: Specialmente se non sta sui suoi uomini e ci forza a cambiare su armadi

NT: Seriamente. Serve soltanto gente che sappia fare almeno una cosa su un campo da basket. Tutto questo considerando ovviamente che Golden State il prossimo anno si attacca fortissimo

TM: Bah Kemba per me rifirma. Troppi soldi. Più facile che ai LAL ci finisca Butler

NT: No ok non è un pronostico, dico proprio in termini teorici. Anche se per me Jimmy resta il più probabile

TM: My preview: Butler-Lakers, Kemba-Charlotte, Irving-Brooklyn, Durant-Golden State, Leonard-Clippers

NT: Adesso c’è da andare a vedere a chi si può prendere con il minimo. Due tiratori e un centro suppongo

TM: C’è DeAndre

GB: Bravo. E McGee rimane al minimo

NT: Sarebbe buono. Poi vabbè Caldwell Pope neanche quotato al minimo

GB: Non c’è proprio da chiederselo. KCP rimane solo ed unicamente per Rich Paul

TM: Sennò terzo max a Vucevic e abbracciamoci

NT: Datemi Seth Curry, Justin Holiday Reggie Bullock e McGee. Con Kemba, Bron, AD e Kuz

PC: Panchina stile Golden State

NT: Kemba-Bullock-James-Davis-McGee

GB: Bullock ti piace così tanto?

NT: Sa tirare e penso resti volentieri

TM: Mettici Ntilikina e viene uno squadrone

GB: Piuttosto, il quintetto con il doppio play Jrue-Lonzo, quanti punti perimetrali concede?

NT: Poi magari però il partner difensivo sul pick and roll è Okafor

GB: Oppure Zion. Altro che oscura la vallata

NT: Si vabbè io sto continuando a rovistare tra i minimi: ci sono Ellington, Rivers, Stauskas, magari Kaminski. Sta cosa mi preoccupa tantissimo. A vedere che Davis è un dio sono buoni tutti, ma sto front office non ha la più pallida idea di chi siano i complementi intelligenti

Roberto Fois: Cioè lì dove si costruisce una squadra da titolo

GB: Soprattutto guardando a come l’hanno gestita l’anno scorso. Stavo guardando un po’ di nomi comunque: anche Ariza è free agent

NT: Boh con quei 3 basta prendere gente che sappia tirare e/o difendere qualcosina. Quindi prenderanno ballhogs che non tirano e non difendono

E tutto questo prima che LaVar Ball si mettesse a giocare a fare il Bela Guttmann.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *