Il manuale del Salary Cap

33) TED STEPIEN RULE

Ora cercheremo di capire come e quando possono essere scambiate scelte al Draft. Per prima cosa dobbiamo sapere che una scelta al Draft vale ZERO in uno scambio, sia primo che dopo la scelta materiale da parte della squadra: assumerà valore solo dopo che il rookie avrà firmato il suo primo contratto (molti pensano che il valore nella trade sia assimilabile al Cap Hold del giocatore prima che firmi il contratto ma non è così). Nei vari scambi si possono includere scelte che coprono un lasso temporale di 7 anni per il futuro (ora che sta per iniziare la stagione 2018-19, una squadra potrà scambiare una scelta al Draft anche del 2025 ma non del 2026).

Un altro aspetto importante nello scambio di scelte al Draft è la protezione che quasi sempre viene applicata alla scelta scambiata; se per esempio scambio una prima scelta protetta top10 significa che se la scelta finirà nelle prime dieci posizioni rimarrà alla squadra che l’ha ceduta, altrimenti finirà alla nuova squadra. Capita molto spesso la protezione venga applicata ed estesa su più anni; facciamo un esempio: ci si può accordare per far sì che, nel caso in cui la scelta protetta rimanga alla squadra originaria, alla nuova squadra venga concessa un’altra scelta protetta o meno e così via: è un discorso che può continuare anche per 3/4 anni (fino ad un massimo di 7). Quindi io potrei cedere la mia scelta al primo turno protetta per i prossimi 6 anni e non protetta per il settimo anno. Come già anticipato in precedenza, una scelta può essere protetta massimo top 55 (una scelta top 56 non è valida).

Ultima precisazione: nel caso in cui una squadra ricevesse una scelta al Draft protetta, non potrebbe poi scambiarla nuovamente cambiando la protezione scelta.

Arriviamo ora alla Ted Stepien Rule: la regola che vieta alle squadre NBA di cedere le proprie scelte future al primo turno di due anni consecutivi. Ted Stepien è stato il proprietario dei Cavs dal 1980 al 1983: il suo obiettivo era quello di diventare competitivo il più possibile nel breve periodo. Stepien allora scambiò le scelte al primo giro dal 1982 al 1986 di fatto senza ricevere indietro giocatori tali da giustificare questo folle comportamento: non arrivarono mai ai playoff in questi 3 anni in cui fu proprietario. Le scelte scambiate diventarono James Worthy, Sam Perkins, Derek Harper, Detler Schrempf e Dennis Rodman (solo per citare i giocatori più forti). In 3 anni perse 15 milioni di dollari ed ebbe l’affluenza media al palazzetto più bassa della lega.

Precisazione numero 1 sulla regola: è una regola che vale solo per il futuro (se per esempio siamo nella stagione 2018-19, io posso cedere la scelta al Draft al primo giro del 2019 senza preoccuparmi di aver ceduto quella dell’anno precedente).

Precisazione numero 2 sulla regola: per applicare questa regola è importante che la squadra abbiamo almeno una scelta al primo giro ogni due anni, non importa che la stessa sia della squadra in questione o di un’altra squadra.

 

TORNA AL MENU

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *