Il manuale del Salary Cap

29) NULLITÀ CONTRATTUALE

La nullità contrattuale comporta la cancellazione del contratto stesso (di fatto è come se non fosse mai esistito).
La nullità può essere attuata a causa di una decisione del Commissioner (se è stato commesso un tentativo di elusione delle regole) o della lega stessa (se non rispetta le regole) e a causa del mancato superamento delle visite mediche da parte del giocatore (è la clausola “Exhibit 6” presente nel contratto).
Lo stesso discorso si può applicare nel caso in cui il giocatore non rispetti il programma anti-droga della Lega.

In ogni caso la squadra continua a mantenere i diritti che aveva su quel giocatore al momento della firma del contratto.

Nel caso in cui il giocatore sia RFA e gli venga notificato il mancato superamento delle visite mediche, il giocatore non può accettare la Qualifying Offer precedentemente estesa dalla squadra al giocatore per due giorni lavorativi; in questi due giorni lavorativi, la squadra in questione può decidere di non esercitarla più.

Poi, chiaramente, ogni volta che si vuole procedere a rendere nullo il contratto, ci può essere un reclamo da parte della associazione giocatori NBA che può o meno essere accolto.

Esempio di contratto poi diventato nullo? Mbah a Moute nel 2015 con i Kings (il giocatore non passò le visite mediche).

 

TORNA AL MENU

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *