Il manuale del Salary Cap

12) LA FREE AGENCY

La Free Agency come la conosciamo noi oggi nasce nel 1988. La grossa differenza rispetto agli anni precedenti all’88 è che un giocatore non poteva cambiare squadra in Free Agency e quindi la squadra che ne possedeva i diritti poteva costringerlo a rimanere: l’unico modo per andarsene era via trade.

L’abilità di una dirigenza dipendeva, quindi, per la maggior parte dalla gestione del Draft: se sceglievi bene allora eri in una botte di ferro.

La storia di Oscar Robertson racchiude un po’ il clima che si respirava tra giocatori e squadre all’epoca. Oscar venne scelto dai Cincinnati Royals grazie alla territorial pick (scelta al Draft che consentiva di scegliere un giocatore locale. Questa regola venne poi abolita nel 1965) ma dopo qualche anno i rapporti con l’allenatore e la dirigenza si logorarono fino a diventare insostenibili. Robertson, in qualità di “capo” dell’Associazione Giocatori NBA, lottò per far cambiare queste regole. Si arrivò a tirare in ballo gli avvocati ma alla fine Robertson contribuì enormemente allo sviluppo della Free Agency così come la conosciamo oggi. Tutto cambio nel 1988: Tom Chambers divenne il primo giocatore in assoluto a cambiare squadra da Free Agent “contro la volontà” della squadra originale. All’epoca infatti per poter cambiare squadra dovevi essere nella lega da 7+ anni e dovevi avere avuto già due contratti.

I modi per ottenere un nuovo giocatore sono sempre gli stessi:

  • Sceglierlo al Draft;
  • Attraverso una trade (“scambio” in italiano);
  • Firmare un giocatore senza contratto. Prima della riforma solo la squadra che ne aveva i diritti poteva rinnovarlo (se chiaramente ne avesse avuto intenzione).

Oggi esistono due tipi di free agent:

  • Gli Unrestricted Free Agent (UFA): il giocatore è libero di firmare con qualsiasi squadra senza alcun impedimento da parte della squadra precedente;
  • I Restricted Free Agent (RFA): il giocatore può accordarsi con un’altra squadra ma quella precedente ha il potere di pareggiare l’offerta in questione.

 

TORNA AL MENU

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *