Il manuale del Salary Cap

11) LE ALTRE ECCEZIONI

1) BI-ANNUAL EXCEPTION

Come per la MLE, questa eccezione può essere divisa su vari contratti e giocatori e prevede la possibilità di offrire un biennale (massimo) partendo da un massimo salario iniziale predefinito da 3,382 milioni, con incremento del 5 percento nell’anno successivo.

Può essere usata una volta ogni due anni dalle squadre che si trovano sotto l’Apron (la determinazione del livello salariale viene, anche in questo caso, fatta dopo aver usato l’eccezione) e che non hanno già utilizzato la Taxpayer MLE o la Room MLE.

Ricapitolando, non può essere usata dai team:

  • Oltre il Tax Apron (considerando anche il salario impegnato utilizzandola);
  • Che stanno usando la MLE;
  • Che l’hanno usata lo scorso anno.

Anche in questo caso, il Soft Cap diventa Hard Cap nel momento in cui si decide di utilizzare questa Exception. Quando questo accade, la squadra non può assolutamente superare l’Apron nel corso della stagione.

Nella stagione 2017-18, solo cinque squadre hanno utilizzato la BAE: gli Hornets per Michael Carter-Williams, i Pistons per Anthony Tolliver, i Rockets per Tarik Black, i Grizzlies per Tyreke Evans ed i Wizards per Jodie Meeks.

2) ROOKIE EXCEPTION

Si può sempre andare oltre il limite firmando i contratti dei rookies.

3) MINIMUM PLAYER SALARY EXCEPTION

Si può sempre offrire un contratto al minimo salariale per aggiungere giocatori a roster anche se si sfora il tetto massimo. Questi contratti possono essere massimo biennali e non possono contenere bonus.

4) DISABLED PLAYER EXCEPTION

Si può superare il Salary Cap anche in caso di giocatori infortunati (out for season) o morti.

L’eccezione è richiedibile dall’1/7 al 15/1 e viene concessa solo se, dopo un’attenta visita da parte dei medici della NBA, la probabilità di essere ancora infortunato il 15 giugno è maggiore del 50 percento. Ovviamente è applicabile al team in cui il giocatore si è infortunato e non si può scambiare. Se il giocatore infortunato rientra prima dei tempi previsti, il team può comunque mantenere a roster anche il sostituto.

Grazie a questa eccezione è possibile acquisire un nuovo giocatore:

  • Via free agency: contratto annuale del valore minore tra il 50 percento del compenso del giocatore infortunato e la Non-Taxpayer MLE (8,6 M);
  • Via trade ma solo se il giocatore acquisito è all’ultimo anno di contratto (incluse opzioni varie) e il suo salario è nei limiti definiti al punto a + 100.000 $;
  • Pescando dai waivers, ossia quei giocatori rilasciati dalle società (tagliati in sostanza) nelle 24 ore in cui possono essere reclamati, a patto che il salario sia dentro i limiti sopra citati.Nel caso in cui l’eccezione non venga utilizzata entro il 10 marzo, scade.

Nel caso in cui la richiesta venga respinta, la squadra può presentarne un’altra dopo 90 giorni nel caso in cui ci sia stato un nuovo infortunio o si sia aggravato il precedente. Tra i tanti esempi mi preme citare l’esempio di Hayward: l’eccezione salariale ottenuto a causa dell’infortunio di Hayward è stata poi utilizzata dai Celtics per prendere Greg Monroe. I Pelicans, invece, non hanno potuto ricevere l’eccezione per l’infortunio di Cousins perché avvenuto dopo il 15 gennaio.

5) REINSTATEMENT

Nel caso in cui un giocatore venisse sospeso dalla lega per aver violato il programma anti-droga, la sua ultima squadra potrebbe firmarlo nuovamente ad un contratto dal valore che è il minore tra il valore del vecchio contratto e lo stipendio medio della lega (i Bucks, ad esempio, potrebbero applicare questa eccezione per rifirmare OJ Mayo).

 

TORNA AL MENU

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *