The Chat #6 – Jimmy Butler Trade

La bomba è stata sganciata sabato sera da Shams Charania tramite Twitter

La telenovela Butler, che ci ha tenuto impegnati da inizio settembre, è giunta finalmente al termine. Il pretoriano di Thibs è stato ceduto ad una squadra che si era interessata a lui anche in passato ma che nell’ultimo periodo si era defilata, anche a causa del fatto che all’inizio era stato chiesto in cambio Ben Simmons. La chat Whatsapp della redazione ha preso immediatamente fuoco: commenti, osservazioni e naturalemnte trollate. Tutti tranne Cosimo. Lui non trolla. Sentenzia.

Alessandro Cozzi: Onesto per entrambe le parti

Nicolò Tolusso: Philadelphia sgancia Saric e Covington che sono molto importanti

Lorenzo Bonacina: Bene, almeno al FantaNba almeno gioca

NT: Ora Boston è la quarta forza della Eastern Conference, che è diventata veramente tosta adesso, 4-5 squadre veramente buone. Poi viene il nulla, però al vertice sono pure meglio dell’Ovest.

Cosimo Sarti: Gran trade per Minnie

Pietro Caddeo (tifoso Minnesota, ndr): Sono contento per non essere arrivato al primo quarto della stagione. E questo è il miglior pacchetto possibile al momento, meglio anche di J-Rich + pick.

CS: Visto che Thibs e Layden hanno avuto ragione?

PC: Stai come al solito semplificando tutto. Hanno fatto logorare completamente il rapporto tra Jimmy e la dirigenza, tenendo nascosto per due mesi la sua richiesta. Hanno iniziato a lavorare per lui solo da quando l’ha reso pubblico

CS: Caddeo te lo avresti mandato via per una busta di patatine in preda al panico. Alla fine hanno avuto ragione loro. Hanno avuto le palle d’acciaio e hanno messo insieme la miglior trade umanamente possibile.

PC: Si potevano fare altre mosse quando il mercato era ancora più fluido. In estate ad esempio avrebbero potuto scaricare anche Dieng.

Matteo Meschi: Ottimo Minnie prepotentemente in corsa per Williamson adesso

CS: Il fatto è che [Thibs e Layden] hanno salvato alla grande una situazione di merda. Il resto sono chiacchiere.

PC: Veramente sono stati complici nel crearla, ma fa niente.

CS: Ma no, questo voleva il supermax. Cosa dovevano fare? Darglielo? Non capisco perchè non si possa ammettere che hanno fatto un bel lavoro.

MM: Buon lavoro sarebbe il tanking nelle prossime 70 partite?

NT: Fossi in Philadelphia a sto punto muovo ancora qualcosa per trovare role player più funzionali. Minnesota invece ha voluto giocatori pronti e ha preso due giocatori che non spostano una virgola senza liberarsi di brutti contratti nè ricevere scelte significative.

MM: In più se Saric è quello di inzio stagione tanto peggio.

Francesco Manzi: Va beh Minnesota esce dalla merda dignitosamente

NT: Si a questo punto poteva andare peggio, ma non mi gasa tanto sta scelta di restare semicompetitivi e non fare i playoffs

CS: Teague – Wiggins – RoCo – Taj – Towns con Rose – Jones – Tolliver – Saric – Dieng dalla panca è una bella squadra aldilà di tutto; molto più equilibrata di quella dello scorso anno secondo me. Con più buoni difensori e più tiratori.

MM: Aldilà di tutto vuol dire “comunque vada sarà un successo?”

CS: Vuol dire aldilà di come ci sono arrivati. Ora sono una squadra più profonda e completa.

PC: Sono nel range di 33-38 vittorie, non è peggio della stagione prima di Jimmy. A Ovest però vuol dire 11-12° posto.

MM: Quindi in tre anni sei progredito zero

CS: Se Wiggins decidesse di valere il suo contratto invece di essere la versione perimetrale di Gasoft 35enne sarebbero una gran squadra. Per Wiggo questa è l’ultima chiamata secondo me. Ma Wiggins fa cagare.

MM: Ah ecco, quindi useremo Wiggins come capro espiatorio di tutti i mali dei TWolves.

NT: Sono d’accordo con Meschi a sto giro, il problema a monte era volere questo tipo di giocatore. Aggiungi il contratto di wiggo e Dieng + Teague ancora lì e non è il massimo.

CS: Non puoi iniziare un rebuilding con Towns e Wiggins che entrano nel loro primo contrattone.

PC: Hanno tra i 2.5 e i circa 9 mil di spazio quest’estate a seconda dell’inclusione o meno di KAT in un quintetto All NBA (molto improbabile). In più ci sarà anche la Mid Level Exception piena.

NT: Secondo me esiste la possibilità che Phila sia meglio di Boston a sto punto, con Milwaukee lì vicina. Boston potrebbe andare in finale come uscire al secondo turno per me. Sarei molto più sicuro su di loro se non stessero facendo cagare

LB: Lo scorso anno Boston ha vinto 4-1, quest’anno magari Phila ne vince 2. Ma Simmons so già che problemi incontrerà.

PC: Way Early

NT: Si questo è vero, Philadelphia tra problemi di spacing, difettucci di Embiid e Benny 1 point si espone tantissimo con gameplan intelligenti. È la squadra più suscettibile da quel punto di vista, però Butler non è roba da poco.

LB: Per il raggiungimento delle Finals per me è ancora: Boston, Toronto, Phila, Bucks.

NT: #Pride (qui occorre sottolineare che Lorenzo è tifoso Celtics, ndr)

PC: Way Early

CS: Comunque io ve lo dico ora

PC: Aiuto

CS: Minnie va ai Playoffs

PC: Vaiaffareinculo

CS: E a seconda o meno dell’esplosione di Wiggo faranno strada. Se Wiggins esplode fanno casino, se invece resta così van poco lontano.

LB: Adesso [Kat e Wiggins] dovranno tirare fuori i coglioni. Potenzialmente dovrebbero puntare alla Post Season, anche perchè hanno preso due buoni giocatori.

NT: Covington > Wiggins

Alessandro Ravasio: Secondo me Philadelphia avrebbe fatto meglio a proporre un Fultz+Saric+Amir Johnson+Bayless+2022. Provare a tenere Covington era di vitale importanza per la loro difesa e rotazione dei lunghi. Posto comunque che a mio parere i 76ers hanno fatto all in sul giocatore sbagliato al momento sbagliato.

Iacopo Lena: Concordo su tutto, stesso pensiero

Matteo Cavina: Per me invece così hai più margine di errore. Se ti togli Fultz che è la tua prima scelta dello scorso anno significa che o vinci oppure sei da rifare (salvo clamorosi upgrade al tiro di Simmons). Così invece perdi uno come RoCo che comunque aveva mostrato i suoi limiti lo scorso anno. Se non vinci invece hai sempre Markelle che ha un buon margine di miglioramento ancora. E in questa est, visto anche l’hype che c’era su di lui, potresti avere tra le mani un All Star.

AR: Per me invece sei molto più da rifare in questo modo se non vinci. Per me ora il quintetto è più scarso rispetto a quello pre-trade. Posto che secondo me erano molto meglio lo scorso anno, con Beli e Ilyasova dalla panca. Loro due, o almeno Ersan, andavano trattenuti in qualche modo.

AC: Con quel pacchetto Minnesota non avrebbe mai accettato

AR: Perché? Se accettiamo il fatto che Fultz abbia ancora ampi margini di miglioramento (e secondo me è tutto da vedere) allora Minnesota si prende il suo play del futuro. Hai Saric che può aprire il campo sotto a Kat e in estate liberi lo spazio occupato da Amir e Bayless. Secondo me Philadelphia ci ha perso, ha fatto all in ma nel modo sbagliato, perdendo almeno un pezzo molto importante, decidete voi se è saric o RoCo.

MC: Assolutamente d’accordo sul provare a trattenere uno tra Ilyasova e Belinelli.

MM: Con Butler è giusto liberarsi di RoCo

Alessandro Ranieri: È tutto da vedere, però comunque con Butler e senza Saric hanno bilanciato. Phila più avanti dell’anno scorso ai Playoff ci può arrivare, anche perchè Simmons e Embiid avranno un anno in più di esperienza.

Francesco Barbaresi: Già l’offseason di Philadelphia mi era risultata incomprensibile e questa trade per Jimmy mi da più l’idea di essere un affrettato tentativo di mettere una pezza sul deludente mercato estivo. Probabilmente i piani dei Sixers in estate non sono filati lisci, anche a causa dell’affare Colangelo magari, e la perdita di Ilyasova e Belinelli già pesavano e non poco in ottica rotazione/profondità/varietà. Ora perdono anche Saric e Covington per Butler, superstar fortissima, ma con le sue incognite, fisiche e caratteriali. Guadagnano qualcosa in ottica Playoff, visto che una stella come Jimmy non farà rimpiangere in termini di punti le prestazioni di Saric&Covington e darà una mano ulteriore ad Embiid visto il trattamento che le difese riserveranno a Simmons. Però, da fan della lungimiranza, calma e programmazione, non avrei sconvolto così tanto il “giocattolo quasi perfetto” che erano riusciti a creare grazie anche all’apporto di Belinelli,Ilyasova, Covington e Saric. Avrei recuperato pienamente Fultz e mantenuto intatta la chimica di squadra e l’entusiasmo. Vedremo se questa mossa pagherà alla lunga, di sicuro sarà interessante vedere come Jimmy si integrerà con un personaggio come Embiid, da un punto di vista caratteriale è una bella, intrigante e rischiosa scommessa.

AR: Ma quindi è effettivamente Butler il pezzo che mancava a questa squadra? Vale il sacrificio sia di Covington che Saric?

Alle prossime settimane di regular season (e ai playoff) la risposta a questa domanda. Che, poi, è la domanda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *